STORIA E PRESENTAZIONE

il nome deriva dall’aggettivo Vallus che vuol dire valle è una Stazione termale con le fonti dell’ acqua Castello
immerse in un parco naturale di 40  mila mq con una grande pineta e diversi giardini botanici,

ATTIVITA’ E MANIFESTAZIONI

Manifestazioni principali
camminata di san valentino

CURIOSITA’

i fontanili  pozze d'acqua sorgiva di ristoro per uomini ed animali

nei boschi apparentemente aridi per la natura carsica l’acqua che scorre si approfonda nel terreno e ricompare in forma di fontanili conosciuti da chi va per boschi e dai cacciatori in questi luoghi trovano dimora girini, salamandre, ed insetti acquatici

In questo territorio con fenomeni di carsismo

spicca la Riserva naturale Funtanì di Nalmase jnella val degagna antistante a Vallio .Le sorgive detti fontanì sono dovute a fratture degli strati rocciosi che provocano scaturigini da cui fuoriesce dell’ acqua che è spesso l’emersione in superficie di tratti di piccoli ruscelli ipogei che costituiscono dei micro ambienti molto particolari.

Con presenza di endemismi rari come è il caso del reperto nella riserva naturale Nalmase in val Degagna. Li sono stati documentati e studiati piccoli molluschi come la Iglica vobarnensis della misura di circa 1-4 mm dotati di branchie che vivono all’interno delle grotte che raccolgono le acque che fuoriescono dal fontanì . Questi gasteropodi stigobionti (che vivono in grotte) sono stati studiati sin dal 1970 e la loro presenza han fatto si che nel 2003 la riserva naturale Nalmase sia diventata zona protetta di importanza della comunità europea.

Questi gasteropodi ancestrali residuano per effetto della retrocessione dei ghiacciai che ha isolato le acque in piccoli bacini sotterranei.

In seguito per la presenza delle rocce ricche in carbonato di calcio ha consentito la dissoluzione delle stesse con la la creazione di strati che si sfaldano.

Le acque ipogee han trovato dei punti di sfogo superficiale dando cosi origine a questi fontanili di tipo carsico.

Nota curiosa che a Vallio 6 fontane si trovino a 700m di quota .

Questo fatto può essere legato al processo di sovrascorrimento di strati più antichi di rocce come il calcare di Zu al di sopra di rocce più recenti come la dolomia.

Il calcare di zu è più soggetto ad erosione della dolomia essendo costituito da carbonato di calcio più solubile dei cristalli di magnesio e calcio della dolomia che offre un letto di scorrimento alle acque.

nella immagine il “posatì del cacciatore”

fontanili di vallio terme
fontanili sorgenti inattese di acqua
Informazioni su Vallio Terme
Regione: Lombardia
Provincia: Brescia
Coordinate: 45° 36′ 38,52” N 10° 23′ 54,24’’ E
Altitudine: 304 m s.l.m.
Superficie: 15,05 km²
Abitanti: 1392
Densità: 92,5 ab./km²
Frazioni: Oriolo, Porle, Sopranico
Comuni contigui: Agnosine, Caino, Gavardo, Odolo, Paitone, Sabbio Chiese, Serle
CAP: 25080
Pref. tel.: 0365

DA VISITARE

VEDI LA PUBBLICAZIONE SULLE FONTANE DI VALLIO TERME

Da visitare
Santuario della madonna di malgher
Rocca di Bernacco

  laboratorio didattico naturalistico  di  Vallio Terme

affidato in gestione agli Alpini presenta in particolare 13 percorsi  officinali dell’ altopiano di ere. I percorsi sono stati ideati dal Giornalista Naturalista Franco Liloni I diversi sentieri che hanno complessivamente uno sviluppo di 130 KM sono denominati per erbe specifiche Sentiero del veratrum , del biancospino, del sigillo di salomone , dell’ aglio ursinum, del mughetto etc

SHOPPING

Vallio Terme mercato in Via XXV Aprile P.le Municipio al giovedì

Mercati dei Paesi Confinanti con Vallio Terme

Gavardo,

vedi altri mercati

DOVE MANGIARE

DOVE DORMIRE

METEO

SPORT A VALLIO TERME

INDIRIZZI UTILI

COME ARRIVARE

per giungere a Vallio Terme
SP 57 che la mette in comunicazione con la Statale del Caffaro nella zona del Colle di Sant’Eusebio e con Gavardo

“© OpenStreetMap contributors