i funghi del lago di Garda

I FUNGHI SUL LAGO DI GARDA


Nelle  zone di pregio boschivo come quelle del Parco alto Garda Bresciano del monte Baldo e dell’alto Garda Trentino  crescono quasi tutte le varietà di funghi  la cui raccolta però deve essere fatta con esperienza vista la pericolosità sia  della eventuale consumazione di funghi  tossici che per la pericolosità di avventurarsi nei  boschi. Inoltre è importante  rispettare l’ambiente per non creare inutili danni  al patrimonio boschivo.

VEDI ALCUNE VARIETA’ DI FUNGHI DEL GARDA

Bisogna Seguire alcune regole  come rispettare l’ambiente e il sottobosco. Non distruggere o togliere i funghi che non si  conoscono. Pulire  il fungo nel luogo di ritrovamento tagliando il gambo alla base prima di raccoglierlo  trasportarli in un cestino in modo che passeggiando i funghi possano rilasciare le spore sul terreno.

Far controllare i funghi raccolti da persone  esperte del servizio sanitario del territorio.

Inoltre si rammenta  l’opportunità di verificare i diversi regolamenti  previsti nelle regioni e nei comuni.

Le montagne  di Tignale  e Tremosine  la Valtenesi  e le valli intorno al monte Baldo sono territori caratterizzati da un clima mite, ricche di zone boschive.

Si possono anche  acquistare i funghi freschi o conservati sia secchi che sott’olio, nei negozi di prodotti locali del territorio Gardesano.

Tour enogastronomici  stagionali permettono di degustare prelibatezze a base di funghi. 

ANDARE PER FUNGHI AL LAGO DI GARDA

COME PULIRE E CONSERVARE I FUNGHI

vedi alcune ricette