VALVESTINO

STORIA E PRESENTAZIONE

Ha cinque  nuclei rurali è avvolto da boschi e vallate  con un imponete  bacino idrografico artificiale  dalla diga di ponte Cola che sbarra le acque del torrente Toscolano

È in  posizione  isolata  in una natura  ancora  incontaminata.

Storia particolare quella della Valvestino durante la prima guerra mondiale . Nel 1914 l’Austria dichiarò guerra alla Serbia ed il Valvestinesi appartenendo all’ epoca all’ impero austro ungarico furono chiamati alle armi.

Nel 1915 l’Italia dichiarò guerra all’ Austria e la Valvestino venne in breve conquistata dall’Italia che prontamente fece erigere delle fortificazioni e con le fortificazioni costruirono delle strade una da Idro a Capovalle ed una da Moerna a Tremosine

ATTIVITA’ E MANIFESTAZIONI

Il lago si creò nel 1962 con la diga di Ponte Cola ed il lago che si formò isolò la Valle di Vesta, obbligando gli abitanti ad abbandonare le terre nel 1998 è stata istituita  “Area Wilderness della Val di Vesta”, 1.500 ettari con la presenza saltuaria dei carnivori quali orso, lince e lupi

CURIOSITA’

il lago occupa una tra le vallate più selvagge e isolate delle Prealpi, con pressoché assenza di abitazioni, una varietà di flora selvatica con  varietà endemiche di fauna rara  ungulati, gallo cedrone, gallo forcello, gufi, gambero di fiume

un dei rami collaterali della diga di Valvestino

I

Dalla Val vestino si sale per il monte “tombea’ il cui nome ricorda la presenza di tumuli erbosi simili a tanti sepolcri. Una leggenda popolare riporta che li sarebbero stati sepolti i pastori del Lodrone morti fulminati per aver usurpato i pascoli.

Questa zona fa parte del Parco Naturale dell’Alto Garda bresciano. L’area si estende sino ai rilievi montuosi che dalla Punta dei Larici a nord est dividono la Val di Ledro e la Val Giudicaria a nord est, il Lago d ‘Idro e la Valle del Chiese a ovest, la Valtenesi a sud.

Il parco comprende il bacino occidentale del Garda e parte delle Giudicarie ed appartiene nel distretto botanico insubrico e prealpino.

In tutta la zona esistono numerosi endemismi specifici tra i quali ricordiamo la “Sassifraga del Monte Tombea”.

Queste terre di confine storico sono attraversate da sentieri militari con vestigia delle trincee e degli appostamenti.

AVVISTAMENTO DI ORSI NELLA confinante valle di Ledro nel maggio 2019  immagine condivisa da Gabriella

questi animali approffittano della ampia area  selvagggia  ed occupano tutto il territorio di cui necessitano

Informazioni su Valvestino
Regione: Lombardia
Provincia: Brescia
Coordinate: 45° 45’ 41,76” N 10° 35′ 47,40’’ E
Altitudine: 680 m s.l.m.
Superficie: 31,12 km²
Abitanti: 186
Densità: 6 ab./km²
Frazioni: Armo, Bollone, Droane, Moerna, Persone, Turano
Comuni contigui: Bondone (TN), Capovalle, Gargnano, Idro, Magasa, Tignale
CAP: 25080
Pref. tel.: 0365

DA VISITARE

Chiesa di san Giovanni Battista  a Turano

trekking

Vi è un percorso storico ( percorso storico n 3) facile ma della durata di circa 7 ore con la possibilità di dividerlo in due tranche soggiornando in rifugio oppure presso gli storici fienili di cima rest od ancora presso il campeggio di Moerna il percorso consente panorami del lago di Idro e del lago di Garda nonchè di vedere le vestigia delle fortificazioni militari.

DAI TETTI DI PAGLIA CIMA REST ALLE TRINCEE DELMONTE TOMBEA •

Partendo dal rifugio agrituristico con parcheggio Cima di Rest (1.205 m), del paese di Magasa, (raggiungibile da ovest dal lago di Garda salendo da Gargnano oppure da est salendo dal lago di idro verso Capovalle).

le caratteristiche abitazioni
le caratteristiche abitazioni di cima rest

Si prosegue salendo a piedi su di una strada asfaltata fino alla chiesetta degli alpini di passo Rest.

Si ritorna quindi al rifugio Cima di Rest (tot 5 ore segnavia 67-66). Per un dislivello di circa 850 m

da visitare le strade militari , il museo etnografico e l’osservatorio astronomico.

Il percorso unisce la cima di monte Tombea con testimonianze della prima Guerra Mondiale ed il Monte Caplone.

cima rest
cima rest

SPORT A VALVESTINO

SHOPPING

Mercati dei Paesi Confinanti con Valvestino

Capovalle, Gargnano, Magasa,Tignale

vedi altri mercati

DOVE MANGIARE

Tipici  sono i fagioli  della Valvestino  fagioli  endemici  molto carnosi originario dell’America Centrale e fu introdotto nel XVII secolo e non è mai stato ibridato. Oggi la sua coltivazione si sta riducendo  ed è attivo un progetto di recupero con la possibilità di acquistare  dei fagioli  per la coltivazione

fagioli della valvestino
fagioli della valvestino

DOVE DORMIRE

METEO

INDIRIZZI UTILI

COME ARRIVARE

con l’autostrada A4, uscita a Brescia Est per poi proseguire con la tangenziale e, con la SS45bis, costeggiando il Lago di Garda fino a Gargnano dove si prende la strada per Navazzo

“© OpenStreetMap contributors 

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per altre finalità come specificato nella cookie policy.
Accedendo al pannello delle preferenze puoi , in qualsiasi momento, liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso all'utilizzo di cookie o tecnologie simili non funzionali.
Tra queste potremmo ad esempio utilizzare dati di geolocalizzazione e fare una scansione attiva delle caratteristiche del dispositivo ai fini dell’identificazione, e trattare dati personali come i tuoi dati di utilizzo, per finalità pubblicitarie: annunci e contenuti personalizzati, valutazione degli annunci e del contenuto, osservazioni del pubblico e sviluppo di prodotti.
Puoi acconsentire all’utilizzo dei cookie non funzionali utilizzando il pulsante “Accetta”.
Oppure puoi selezionare quali cookie o tecnologie simili abilitare o disabilitare.
In ogni momento puoi modificare il consenso espresso .
Chiudendo questa informativa, continui senza accettare.
Le tue preferenze espresse si applicheranno solo a questo sito.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy