PRESENTAZIONE

In una  grande varietà di ambienti il Lago di Garda presenta caratteristiche fisiche, geografiche e floro-faunistiche, che convivono con la  attività turistica  e lavorativa dell’ uomo  che sin dalle epoche preistoriche  hanno modellato questo ambiente  .

Il territorio nella storia sede di confini tra regioni e stati  ha visto scontrarsi popolazioni  varie  e restano i ruderi di queste fortezze  e dogane posti quali arroccamenti di difesa e controllo delle acque e delle terre. Oggi sono occasione di passeggiate in luoghi con affascinanti panorami.

Presentiamo una raccolta di informazioni  turistiche naturalistiche ed enogastronomiche utili alla frequentazione del lago di Garda.

Anche chi conosce il lago di Garda resterà sorpreso da quante attività e quante attrattive il lago offra ai propri frequentatori.

Il lago di Garda offre ed ha offerto nei tempi all’ artista, al naturalista, all’archeologo argomenti di studio e ricerca cosi come ai poeti ed agli artisti temi di ispirazione

come riportato nella guida generale del lago di Garda

di Giovan Battista Simeoni il Bonfadio, nella
sua lettera a Plinio Tomasello per invitarlo
a visitare le amene plaghe Benacensi…
l’aspetto di questo lago, e di questa Riviera
che a quella prima vista un profondo e largo
respirar che mi s’aprì dal cuore , mi pareva che

mi portasse via un gran monte d’umori, che fino

allora m’avean tenuto oppresso … l’aere similmente vi è lucido, sot
tile , puro , salubre , vitale e pieno di soave odore…
… L’aria in cento grate maniere
cangia aspetto e colore al variar dell’aura, e
delle ore …
…ma dei giardini, degli aranci, limoni e cedri, dei
boschi d’ulivi, e lauri, e mirti , di verdi paschi ,
a delle vallette amene …

vedi la  TOPOGRAFIA  SINTETICA

CERCA CON AMAZON PUBBLICAZIONI SUL LAGO DI GARDA

Il  lago di Garda  ha da sempre costituito un centro di interesse sia  per la sua  estensione  che per la varietà del territorio che lo circonda. 


La vicinanza  a grandi vie di comunicazione , l’ampia offerta  di attività turistico ricreativa e sportiva ha consentito una notevole espansione della sua popolazione  residenziale e turistica facendo crescere in modo esponenziale alcune città del basso lago Desenzano ,Peschiera ,  Sirmione.

Gli elementi aria acqua terra si integrano tutt’attorno al lago di Garda in una miscela infinita di proporzioni  e di intensità .

TRAMONTO AL LAGO DI GARDA
UN LAGO CALMO AL TRAMONTO

L’ambiente naturale del Garda è particolarmente vario, le sue caratteristiche fisiche, geografiche e floro-faunistiche, non possono  essere astratte  dalla attività  dell’uomo che si è svolta sin dalle epoche  paleolitiche spesso modellando la natura. Adattando le sue costruzioni alle attività di pesca, di trasporto ed alle attività industriali .

Il territorio nella storia sede di confini tra regioni e stati  ha visto scontrarsi popolazioni  varie  e restano i ruderi di queste fortezze  e dogane posti quali arroccamenti di difesa e controllo delle acque e delle terre. Oggi sono occasione di passeggiate in luoghi con affascinanti panorami.

vedi come il Conte Francesco Bettoni descrive la sponda ovest del Garda ( prima della costruzione della strada gardesana) nel suo testo

 La presenza di truppe di varie popolazioni che hanno registrato battaglie  anche navali  con veri e propri galeoni .

Tutto ciò testimonia l’importanza  del lago per mettere in comunicazione le terre ricche di legname del nord con le terre ricche di cereali del sud, .

oggi una attiva COMUNITA’ DEL GARDA raccoglie paesi  che  vivono dello stesso habitat  e dello stesso turismo  condividendo problemi e soluzioni che scavalcano i  confini delle regioni ( Veneto Trentino e Lombardia)  a cui i singoli paesi appartengono. ( vedi i paesi della comunità del GArda)

Risalendo da sud a nord si passa dal prevalere delle acque e delle colline dolci al prevalere delle montagne e dei venti.

Svariate le  attività possibili

dalla semplice passeggiata sul lungo lago 

 alla via ferrata e di arrampicata 

Dallo sci d’acqua  allo sci alpino

 dal cicloturismo enogastronomico alla mountain bike

dalla tranquilla navigazione a vela , al kite surf

 dalla risalita in funivia  panoramica al parapendio foto parapendio

dai parchi di divertimento alla solitudine dei parchi naturali od al relax dei parchi termali

dalla pesca sportiva sui torrenti  alla tradizionale pesca con la tirlindana o con la traina


Il tutto in una cornice di clima mite e temperato per una gran parte dell’anno

Cesare Betteloni dopo una convalescenza di quattro anni a Bardolino così descrive l’ambiente

Dolci campagne, aperte onde azzurrine,

Ville a specchio sedentisi e colline

Di case e d’oliveti inghirlandate,

Grembi d’erme vallette,

altezze alpine

Piani, selve, giardin, rive fatate…

Il lago di Garda si presenta con una varietà di paesaggi che lo rendono unico: la parte superiore è stretto tra ripide montagne mentre la parte inferiore è contornata da dolci colline verdeggianti. Con una ricchezza e varietà di vegetazione lembi di canneto di canna palustre, ed una vegetazione mediterranea (ulivo, vite, cipresso, oleandro, leccio e alloro, capperi), e più in alto roverella con esemplari di frassino e nocciolo tra cui troviamo pungitopo, il ligustro, il ginepro, la rosa canina, primule, erica, fragole ma anche orchidee di varie specie.
offrendo habitat a fauna ricca di uccelli, anfibi e insetti.

svasso varietà cromatica
varietà cromatica in una coppia di smergo maggiore

Moltissimi itinerari svelano un lago meno noto ma di grande fascino, che sicuramente merita di essere conosciuto lungo tutto l’entroterra. Percorrendo a piedi o in bicicletta l’entroterra è possibile conoscere ed apprezzare non solo per i borghi storici e le spiagge, ma anche la natura incontaminata tra sentieri tracciati e vecchie strade con bellissime viste panoramiche.

Ricorderemo spesso  che l’esplorazione  turistico ricreativa e sportiva oggi facilitate dalla disponibilità di mezzi  e dal noleggio  degli  stessi non può comunque mai trascurare  la conoscenza dell’ ambiente naturale e delle conoscenze tecniche  specifiche  richieste per il loro utilizzo per evitare i possibili incidenti.

Per chi desideri trascorrere il tempo a disposizione navigando sul lago di Garda abbiamo inserito alcune avvertenze important.


La grande  eterogeneità del territorio  che  presenta  nello spazio di pochi chilometri  aree altamente turistiche  e la vasta area selvaggia “Area Wilderness della Val di Vesta”, 1.500 ettari con la presenza saltuaria dei carnivori quali orso, lince e lupi.


“Area Wilderness della Val di Vesta”, 1.500 ettari con la presenza saltuaria dei carnivori quali orso, lince e lupi

localita' del Garda ledro Riva del Gardanago torbole limone sul Garda affi Castiglione delle StiviereGavardo Rivoli Veronese Torri del Benaco ArcoCavaion Veronese Guidizzolo Padenghe sul Garda SalòToscolano Maderno Bardolino Cavriana LazisePastrengo San Felice del Benaco Tremosine sul Garda BedizzoleCostermano sul Garda Peschiera del Garda San Zeno di MontagnaTrento Desenzano del Garda Brenzone Sul GardaLonato del Garda Polpenazze del Garda Sirmione Valeggio Sul MincioBrescia Drena MagasaPonti Sul Mincio Soiano del Lago Vallio Terme BussolengoDro Malcesine Pozzolengo SolferinoValvestino Calcinato Garda Manerba del GardaPrevalle Sona Verona CapovalleCalvagese della Riviera Mantova Medole Moniga del GardaCaprino Veronese Gardone Riviera Montichiari Puegnago del Gardatenno Volta Mantovana Castelnuovo del GArda GargnanoMuscoline Tignale

COME RAGGIUNGERE IL LAGO DI GARDA

NORD E COSTA EST

Autostrada A22 (Modena – Brennero). L’uscita consigliata è quella di Rovereto Sud – Lago di Garda Nord da Riva 17 km; provenendo da nord è possibile uscire anche a Trento Centro e proseguire poi per Riva del Garda lungo la SS 45b per circa 40 km.

DESTINAZIONI DA ROVERETO SUD A 22 Tremosine, Limone, Riva del Garda, Torbole, Malcesine

DESTINAZIONI DA AFFI A 22 Torri, Garda, Bardolino, Cavaion

COSTA OVEST

Da Brescia si arriva a Salò tutti i paesi della costa ovest sino a Riva del Garda (80 km) percorrendo la Gardesana Occidentale (SS 45 bis); il tratto tra Gargnano e Riva è piuttosto stretto e con molte gallerie. La Gardesana Orientale (SS 249) è più larga e scorrevole, durante la stagione turistica possono però verificarsi rallentamenti dovuti al traffico.

COSTA SUD

Autostrada A4 uscite di Desenzano DESTINAZIONI  Desenzano, Padenghe, Moniga, Manerba, Salò; Gardone, Toscolano, Gargnano, Tignale.

AUTOSTRADA A 4  USCITA DI Sirmione A4 – destinazioni: Sirmione, Lugana, Rivoltella, S.Martino.

AUTOSTRADA A4 USCITA DI  Peschiera DESTINAZIONI Lazise, Castelnuovo, Peschiera del Garda, San Benedetto di Lugana.


IN AEREO

L’aeroporto di Verona Villafranca, e l’aeroporto di Brescia-Montichiari, a 15 km

IN TRENO

Stazione di Rovereto destinazioni: Tremosine, Limone, Riva del Garda, Torbole, Malcesine.

Ferrovia Milano-Venezia 

Stazione di Peschiera destinazioni: Torri, Garda, Bardolino, Cavaion, Lazise, Castelnuovo, Peschiera del Garda, San Benedetto di Lugana.

Stazione di Desenzano destinazioni: Sirmione, Lugana, Rivoltella, S.Martino, Desenzano, Padenghe, Moniga, Manerba, Salò; Gardone, Toscolano, Gargnano, Tignale.

IN AUTOBUS

Per raggiungere il Garda trentino in autobus ci sono collegamenti diretti da Trento e Rovereto (Autobus Trentino Trasporti); da Verona, Desenzano e Peschiera  (Autobus A.T.V.); da Brescia (Autobus S.I.A.) e durante l’estate (da metà giugno a fine settembre) anche da Venezia (Autobus A.T.V.) (martedì, mercoledì e giovedì una sola corsa: Riva h 7.00 – Venezia h 10.30 / Venezia h 17.15 – Riva h 20.20).