Anquilla

L’anguilla europea (Anguilla anguilla, Linneaus,1758) è una specie diffusa nelle acque dolci, salmastre e marine

Ha una caratteristica forma serpentiforme

È un  pesce migratore catadromo (che discende la corrente). Tutte le anguille nascono nel mar dei Sargassi  dove avviene la riproduzione di tale specie. Le anguille non esitano nelle notti di pioggia  ad uscire dall’ acqua per raggiungere un  fiume od acque aperte che portino al mare.

Sono pesci che rifuggono la luce hanno una dieta prevalentemente carnivora ama infossarsi in fondi fangosi.

L’anguilla è registrata come “In pericolo critico” di sopravvivenza .

Questo dipende  da molti fattori  primo tra tutti l’intensità con cui viene pescata per ripopolare le valli da pesca

L’anguilla  non è allevabile in cattività per il suo particolare ciclo biologico ed i  ripopolamenti avvengono solo attraverso al cattura dei elementi giovanili quando sono di ritorno dalla migrazione

Inoltre le attività svolte attorno ai fiumi ( dighe e sbarrramenti) rendono più difficile la risalita dei fiumi

 

 Sul lago di Garda vige il divieto di pesca dell’anguilla sia professionale che sportivo dilettantistica, sul lago di Garda, a seguito del primo monitoraggio “sulla contaminazione da Diossine, Furani e PCB” datato maggio 2011 l’anquilla infatti per la sua caratteristica vita sul fondo  e per la sua dieta carnivora assorbe  ed accentra gli inquinanti

Tale divieto appare a molti un controsenso in quanto

Al di là del ponte della ferrovia di Peschiera che delimita il fiume Mincio dal lago di Garda la pesca è possibile

da fine settembre le anguille mature del lago di garda prendono la strada per il mare partendo proprio dal fiume  Mincio, entrano poi nel Po per raggiungere il mare a sud di Chioggia dove la  flotta di pescatori provvede a catturarle e a distribuirle ai ristoranti ( anche del lago di Garda) in quanto catturate altrove

vedi la tesi sulla anquilla del lago di Garda dell’Università di Padova discussa da Faccioli Serena