BOTTATRICE

BOTTATRICE

E’ un pesce di difficile avvistamento in natura.

è un pesce bentonico e lucifugo, ama le acque profonde per questo è di difficile avvistamento.

Nelle ore crepuscolari e notturne  può avvicinarsi alla riva per  cibarsi di uovo di altri pesci e di piccoli pesci  larve di insetti, molluschi, piccoli crostacei.

Nei paesi nordici le sue uova vengono utilizzate come caviale ed il suo fegato che rappresenta quasi il 10% del suo peso viene essiccato e venduto. In Italia l’interesse è del tutto inesistente e le sue catture avvengono in modo del tutto casuale.
Non è mai stato un pesce d’interesse sul lago di Garda nonostante possieda carni gustose, delicate e ricordano nel gusto l’aragosta  con la presenza di pochissime lische per questo in America  viene definita come l’aragosta dei poveri

Le dimensioni massime nelle nostre acque raggiungono i 60 centimetri di lunghezza ed i 3/4 kg di peso.
Nei paesi di origine può superare il metro e pesare  25 kg.

Non esiste una stima precisa della popolazione presente nel lago di Garda.  Si riproduce in inverno; il maschio e la femmina, si sfregano tra di loro,  e secernono un muco che li unisce durante l’atto riproduttivo  anche più individui si possono unire.

 

Pesca

la pesca alla bottatrice avviene

Da settembre fino a tutta la primavera nelle ore crepuscolari.

La azione di pesca è a fondo con una montatura come per l’anguilla con più di un’esca sul terminale come vermi di terra ed piccoli pesciolini morti.