Savetta

 

Chondrostoma Soetta Bonaparte, 1840.

La savetta è relativamente frequente nei fiumi e nei piccoli laghi prealpini (Cavedine, Toblino, Caldonazzo, Levico, Ledro, Piccolo di Avigliana)

Ama acque profonde pulite e limpide e poco correnti è un pesce gregario la lunghezza massima è di circa 40 cm vive fino a 11 anni.

 È un pesce che ama “pascolare” sul fondo anche grazie alla bocca che si apre inferiormente .

Si alimenta per lo più di vegetali alghe e piccole piante della riva. Si riproduce in tarda primavera  si riunisce in branchi di grandi dimensioni sulle rive  con ghiaia o rocce .

Si è ridotta per la presenza degli sbarramenti che riducono la possibilità di risalire i fiumi ed anche  per l’inquinamento

Nel 1998 due gravi infezioni virali all’interno del Parco Adda Nord, e la presenza del pesce siluro ed i cormorani hanno decimato la  popolazione.

In primavera migra dai laghi verso gli affluenti per la riproduzione sui fondi ghiaiosi e sabbiosi e depone le uova  nel terreno. Nel Lago di Garda è considerata rara

La specie è inserita nell’annesso III della Convenzione di Berna, sulla conservazione della fauna selvatica europea e degli habitat naturali, come specie minacciata. Nella Lista Rossa IUCN (International Union for Conservation of Nature and Natural Resources) la specie è classificata in pericolo.

savetta
pesce che ama acque pulite

Nel  2017  è stato pubblicato un articolo su  tentativi di riproduzione  artificiale della savetta DELMASTRO, Giovanni Battista; BALMA, Giovanni A. C.; LO CONTE, Paolo. Prove di riproduzione artificiale ed allevamento di Chondrostoma soetta Bonaparte, 1840 (Actinopterygii: Cyprinidae). ITALIAN JOURNAL OF FRESHWATER ICHTHYOLOGY, [S.l.], n. 4, p. 164-168, nov. 2017. Disponibile all’indirizzo: <http://www.aiiad.it/ijfi/index.php/ijfi/article/view/95>.

 

È un pesce  che non ha un elevato valore  per la  consistenza piuttosto molle e ricche di spine della  carne