ZAFFERANO CROCUS SATIVUS

ZAFFERANO CROCUS SATIVUS

il Crocus sativus da cui si ricava lo zafferano è di colore violetto è una Iridacea del genere crocus dà luogo a 3 preziosi lunghi stimmi di colore rosso intenso.

crocus sativus
zafferano crocus sativus

Si riprodurre  solo per clonazione del bulbo

La pianta dello zafferano può essere coltivato con tecnica  annuale .

Che prevede di riposizionare i bulbi al termine del periodo vegetativo

In luglio o in agosto i bulbi sono raccolti dal terreno, mondati per essere ripiantati dopo qualche giorno.

Oppure coltura poliennale

In cui i bulbi sono ripiantati solo ogni 4 anni

Viene  coltivata  anche sul Lago di Garda

nell’area collinare ai piedi del Monte Baldo, a Prevalle e Gargnano.e nel basso lago  A Pozzolengo   

ed a Desenzano

ATTENZIONE A NON CONFONDERE  CON IL  colchico d’autunno (Colchicum Autumnale)  CHE è VELONOSO E NON DI RADO MIETE  VITTIME TRA RACCOGLITORI NON PREPARATI E MOLTI ALTRI CROCHI SONO TOSSICI

CLASSIFICAZIONE DEI CROCHI

  • monocotyledones
    • ASPARAGALES
      • IRIDACEAE

CITIAMO AD ESEMPIO TRA LE VARIETA’ DI CROCHI

crocus vernus fioritura spontanea

Crocus biflorus

Crocus ilvensis r

Crocus imperati

Crocus ligusticus

Crocus longiflorus

Crocus minimus

Crocus neapolitanus

Crocus neglectus

Crocus reticulatus

Crocus sativus r

Crocus suaveolens

Crocus thomasii

NELLA IMMAGINE A FIANCO Crocus vernus

Crocus versicolor