sarde alla griglia alla gardesana

PRESENTAZIONE

LE SARDE  OD AGONI  PESCE TIPICO DEL LAGO

agone sarda alosa
agone sardella sardina del lago di garda

Le sardine o agoni con il loro sapore simile allo sgombro grasse e sapide, si prestano per una grigliata dal sapore deciso e caratteristico Alla Gardesana, vengono cotte sulla  graticola con una salsa semplice

INGREDIENTI

  • sardine 1 kg
  • farina bianca 100 gr
  • prezzemolo
  • aglio 1 spicchio
  • olio evo 1/2 bicchiere
  • sale q.b.
  • limone 1

PREPARAZIONE

Pulire ed asciugare gli agoni , infarinateli, vanno quindi unti con olio abbondante in modo che  non si attacchino alla graticola porre con attenzione  le  sarde sulle braci girandole per un paio di volte ponendo attenzione a non romperle.
Si servono calde con salsa all’olio extravergine di oliva, fatta amalgamando a freddo il battuto di prezzemolo e aglio, limone spremuto e l’olio extravergine di oliva. 
sarde alla griglia
servire le sarde ben calde e condirle con sala olio aglio e prezzemolo

Il suo scarso valore economico è dovuto al fatto che si deteriora in poche ore come testimonia Floreste Malfer, nel testo “Il Benaco” edito nel 1927…”Sulla saporosità delle carni dell’alosa, non abbiamo quel tributo di lodi che sempre accompagnano la trota e il carpione, nè al suo nome ci coglie quel senso di culinaria ammirazione che ci fa inarcare le ciglia. Il lago, lago, gridato per le vie di Verona, o il garda, garda, echeggiante per le vie di Brescia sono piuttosto l’effetto di un’offerta conveniente, e per la modicità del prezzo e per la mole del pesce, atta a soddisfare la numerosa famiglia, piuttosto che quella di un boccone prelibato. Con tutto ciò non possiamo esimerci dal dichiarare che l’alosa nostra completa, con la trota ed il carpione, la triade eletta dalle carni saporose e gentili e che se lungi dalle sue acque non arriva ad essere un piatto veramente eccellente ciò è dovuto al fatto che essa tramonta col giorno. Si potrebbe anzi dire che bastano poche ore, oppure basta che venga un po’ strapazzata, perché ad essa, come in tali casi fa il pescatore, si debba preferire qualunque altro cibo. Dev’esser cucinata appena presa e mangiata con l’inseparabile polenta“.

conservazione delle sarde

ricetta delle sarde in saor

ricetta delle sarde alla griglia

vedi la pesca alle sarde

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per altre finalità come specificato nella cookie policy.
Accedendo al pannello delle preferenze puoi , in qualsiasi momento, liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso all'utilizzo di cookie o tecnologie simili non funzionali.
Tra queste potremmo ad esempio utilizzare dati di geolocalizzazione e fare una scansione attiva delle caratteristiche del dispositivo ai fini dell’identificazione, e trattare dati personali come i tuoi dati di utilizzo, per finalità pubblicitarie: annunci e contenuti personalizzati, valutazione degli annunci e del contenuto, osservazioni del pubblico e sviluppo di prodotti.
Puoi acconsentire all’utilizzo dei cookie non funzionali utilizzando il pulsante “Accetta”.
Oppure puoi selezionare quali cookie o tecnologie simili abilitare o disabilitare.
In ogni momento puoi modificare il consenso espresso .
Chiudendo questa informativa, continui senza accettare.
Le tue preferenze espresse si applicheranno solo a questo sito.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy